CALENDARIO LITURGICO   Lunedì 22 Novembre 2010

XXXIV SETTIMANA DEL TEMPO ORDINARIO - ANNO PARI

SANTA CECILIA (m)
Vergine e Martire 

 

Antifona d'Ingresso
Questa è una vergine martire della fede,
che sparse per Cristo il suo sangue;
non temete le minacce dei giudici
e raggiunse il regno dei cielo.


Ecce iam séquitur Agnum pro nobis crucifíxum strénua virgo, pudóris hóstia, víctima castitátis.


Colletta

Ascolta, Signore, la nostra preghiera e per intercessione di santa Cecilia, vergine e martire, rendici degni di cantare le tue lodi. Per il nostro Signore
...

Deus, qui nos ánnua beátæ Cæcíliæ celebritáte lætíficas, præsta, quæsumus, ut ea, quæ de ancílla tua devóte trádita sunt, exémpla nobis præbeant imitánda et Christi Fílii tui in servis eius prædicent mirabília. Qui tecum.


LITURGIA DELLA PAROLA

Prima Lettura 
  Ap 14, 1-3.4b-5
Portavano sulla fronte il nome di Cristo e del Padre suo.

Dal libro dell'Apocalisse di san Giovanni apostolo
Io, Giovanni, guardai ed ecco l'Agnello ritto sul monte Sion e insieme centoquarantaquattromila persone che recavano scritto sulla fronte il suo nome e il nome del Padre suo. 
Udii una voce che veniva dal cielo, come un fragore di grandi acque e come un rimbombo di forte tuono. 
La voce che udii era come quella di suonatori di arpa che si accompagnano nel canto con le loro arpe. Essi cantavano un cantico nuovo davanti al trono e davanti ai quattro esseri viventi e ai vegliardi. E nessuno poteva comprendere quel cantico se non i centoquarantaquattromila, i redenti della terra. Questi seguono l'Agnello dovunque va. Essi sono stati redenti tra gli uomini come primizie per Dio e per l'Agnello. Non fu trovata menzogna sulla loro bocca; sono senza macchia. 
 
Salmo Responsoriale   Dal Salmo 23
Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio.


Del Signore è la terra e quanto contiene, 
l'universo e i suoi abitanti. 
E' lui che l'ha fondata sui mari, 
e sui fiumi l'ha stabilita. 

Chi salirà il monte del Signore, 
chi starà nel suo luogo santo? 
Chi ha mani innocenti e cuore puro, 
chi non pronunzia menzogna.

Otterrà benedizione dal Signore, 
giustizia da Dio sua salvezza. 
Ecco la generazione che lo cerca, 
che cerca il tuo volto, Dio di Giacobbe.   

Canto al Vangelo 
  2 Cor 9,6.7
Alleluia, alleluia.

Chi semina con larghezza, con larghezza raccoglierà.
Dio ama chi dona con gioia.
Alleluia.

Vangelo  
Lc 21, 1-4
Vide una vedova povera che gettava due spiccioli.

Dal vangelo secondo Luca
In quel tempo, mentre era nel tempio, Gesù, alzàti gli occhi, vide alcuni ricchi che gettavano le loro offerte nel tesoro. 
Vide anche una vedova povera che vi gettava due spiccioli e disse: «In verità vi dico: questa vedova, povera, ha messo più di tutti. 
Tutti costoro, infatti, han deposto come offerta del loro superfluo, questa invece nella sua miseria ha dato tutto quanto aveva per vivere».
 
 
Sulle Offerte

I doni che ti presentiamo nel glorioso ricordo della santa martire Cecilia ti siano graditi, Signore, come fu preziosa ai tuoi occhi l'offerta della sua vita. Per Cristo nostro Signore.


Múnera, quæsumus, Dómine, quæ in celebritáte beátæ Cæcíliæ deférimus, ita grátiæ tuæ efficiántur accépta, sicut eius tibi plácitum éxstitit passiónis certámen. Per Christum.


Antifona alla Comunione
  Gv 15,5
«Io sono la vite e voi i tralci », dice il Signore;
«chi rimane in me e io in lui, porta molto frutto».


Ap 7,17 Agnus, qui in médio throni est, dedúcet eos ad vitæ fontes aquárum.


Dopo la Comunione

Signore, che hai glorificato santa Cecilia con la corona della verginità e del martirio, per la comunione a questo sacro convito donaci energia nuova, perché superiamo la forza del male e raggiungiamo la gloria del cielo. Per Cristo nostro Signore.


Deus, qui beátam Cæcíliam pro gémina virginitátis et martyrii victória inter Sanctos coronásti, da, quæsumus, per huius virtútem sacraménti, ut, omne malum fórtiter superántes, cæléstem glóriam consequámur. Per Christum.