P. QUIRICO MARTINELLI DA SUIHARI

MISSIONE AMICIZIA

Suihari, 20 Dicembre 2002

lettera seguente

.

Ecco la nuova Cattedrale di Rajshahi !

Il Vescovo Paulinus insieme a P. Ezio Mascaretti.

Fedeli in preghiera nella Cattedrale...

Carissimi tutti,

due righe di corsa, con qualche foto (non mi ricordo a chi le ho già mandate), per gustare un po' lo splendore della Cattedrale di Rajshahi, la nuova opera del nostro Ezio: è veramente bella.
 
Il nostro Ciceri (insieme al suo nuovo coadiutore Perfrancesco, di cui è contentissimo) era alle stelle. Un sogno si è avverato. Solo 30 anni fa non c'era nessun prete residente a Rajshahi e solo pochi cristiani sparsi qua e là. 
 
Quando il vescovo gli ha consegnato le chiavi della chiesa, davanti a tutta la folla, prima di entrare per la benedizione, il Don Paolo, all'improvviso, si è prostrato a terra davanti a tutta la folla e a tutti i vescovi del Bangladesh, più l'Arcivescovo di Calcutta, e ha preso i piedi del Vescovo (battimano scrosciante), poi ha afferrato il microfono... solo per dire due parole ("ek minit")... Anche se non era previsto nel cerimoniale ufficiale un discorso in quel momento...
Ha ringraziato commosso il cielo e la terra, ma subito ha aggiunto un "Kintu " con voce tuonante, lasciando per un momento tutti in sospeso, e dopo ha fatto l'elenco di quello che ancora manca alla parrocchia della Cattedrale, ma è veramente urgente e necessario ("khubi dorkar"): la casa parrocchiale, il salone parrocchiale, la casa delle suore, il boarding... Allora il sogno sarà completamente avverato!
 
Uno spettacolo di fede e poesia ! È stato tutto molto bello e sentito anche da parte della gente: c'era una folla immensa e un mucchio di poliziotti ai cancelli con i metal detectors: proprio la sera prima erano scoppiate le bombe in quattro cinema di Mymensing, con 19 morti e c'erano un po'di timori. Ma tutto è andato bene, ringraziando il Signore!
 
Ieri, 20 dicembre, il Vescovo Moses, al "Christmas gathering" di padri e suore, alla fine della messa, ha annunciato per la prima volta in chiesa, davanti a tutti, le nuove destinazioni, (dimenticandone qualcuna nella fretta, per esempio quella del Meli e del Fabio colombiano...): però è stata una bella occasione. Le scrivo qui a memoria...e forse ne dimenticherò qualcuna anch'io!
 
Il p.Simon va a Nijpara come coadiutore del p.Manuel (che ora va in giro con il bastone, per i suoi problemi al bacino); il p.Anthony a Khellabari; il p.Louis colombiano rimane a Ruhia con Samson e l'Albinus e si aggiunge a loro anche il Patrick Gomez; il Bozzini e il Silvanus vanno a Thakurgaon con il Poggi; il Fabio colombiano va a Khalisha con il Boniface; l'Alfonse diventa parroco di Pathorgata con il Proshanto TOR come coadiutore; il Marcus Murmu sarà anche rettore del Seminario Minore; il Joseph Murmu sarà direttore del Pastoral Centre e coordinatore giovanile; il Rafael Murmu dalla Cattedrale va come vicerettore al seminario di Ramna; il Rafael Kujur da Thakurgaon alla Cattedrale come coadiutore dell'Adolfo; il Roby Gomez da Suihari a Mariampur insieme al Leo e al Giacomelli; il Josua colombiano, rimane in seminario dal Livio e aiuterà a Suihari, (quando potrà perché fa ancora molto fatica con la lingua); i nuovi preti che saranno ordinati il 30 dicembre a Mariampur, rimarranno dove sono ora come diaconi: il Lazarus Soren a Dhanjuri con il Cherubim e l'Ovidio, e il Michael Tigga a Suihari con me insieme al Gariboldi e al Meli ( che andrà prevalentemente a Moispur). Quindi alla Suihari Mission saremo in cinque, contando anche il Gregorio a Moispur: una bella squadra! Di' una preghiera speciale perché abbiamo a giocare bene tutti insieme, secondo le regole del Signore...
 
Il Rafael Murmu di Mariampur diventerà diacono l' 8 febbraio prossimo: un altro dono del Signore alla Chiesa di Dinajpur.
 
Quest'anno ci saranno tanti italiani pellegrini in terra bengalese.
Verranno i Marelli di Cantù, amici di padre Buzzi con il loro prete (in quattro); e i parenti del p.Menapace: il fratello Paolo con la moglie Maddalena, una sorella e due cognati (in cinque)... più Mons. Dieci e altri...
 
Questo è di tutto solo un po' con ...
... tanti auguri di ogni bene
 nel Signore che viene!
 

 Buon Natale e Buon anno!

P. Quirico Martinelli.