MISSIONE AMICIZIA

Impressioni dalla Guinea Bissau...

DIARIO

.

Padre Giovanni Musi, PIME

("Missionari del Pime", Novembre 2002)

.

Suor Angela insieme ai bambini più grandi del Catechistato, che giocando imitano già il lavoro di mamma e papà.

Incontro di catechesi con Suor Alessandra, Suor Angela e gli uomini del Catechistato, futuri catechisti nei loro villaggi di origine.

.

Samba e Cadi sono una coppia di catecumeni con due figlie in tenera età, del villaggio Sandjal, che fa riferimento alla missione di Farim, in Guinea Bissau. Stanno seguendo con profitto un corso di formazione per futuri catechisti rurali a N' Loren, insieme ad altre otto coppie di Bigene, Mansoa, Bissorà ed Empada.
Ogni settimana, il mercoledì, vado al porto, attraverso in canoa il fiume Farim e, sull'altra sponda, prendo la Toyota della missione per raggiungere il luogo dove si svolge il catechismo (un'ora abbondante di auto). Sono infatti incaricato di impartire lezioni di morale ai nostri futuri catechisti del villaggio.
È sempre un misto di commozione, di tenerezza e di rispetto che mi pervade, quando cerco di spiegare il Vangelo a questo gruppo di uomini e donne, seduti pazientemente ai banchi di scuola, mentre fuori, un po' distanti, i loro figli, quasi tutti in tenera età, sono affidati alle cure di una giovane donna incaricata di intrattenerli.
La lingua usata è il criolo. All'inizio le donne lo capivano pochissimo, per cui c'era bisogno del traduttore. Ma in capo a qualche mese tutti ormai lo parlano, ed ora le lezioni proseguono speditamente.
Insegnare agli adulti è sempre molto impegnativo. Esige un linguaggio semplice e chiaro, che dia loro la possibilità di intervenire in qualsiasi momento della spiegazione, magari stimolati da domande ed esempi tratti dalla loro vita quotidiana. È un ricevere e un dare, un arricchimento reciproco. Essi, infatti, apprendono, ma insegnano anche al missionario tante cose che si riferiscono ai loro usi e costumi, alla loro cultura tradizionale, al loro modo di pensare e leggere la realtà.
Bisogna sempre tenere presente che questi adulti seduti ai banchi di scuola sono gli stessi che, nella vita di tutti i giorni, hanno problemi, difficoltà e gioie coniugali, preoccupazioni e compiti paterni e materni, faccende domestiche da sbrigare, lavori nei campi da portare avanti.
Nella pastorale con loro c'è una collaborazione costruttiva con padre Luiz Miranda, brasiliano del Pime, e suor Angela Casati, delle Missionarie dell'Immacolata. Ci sono tanti problemi da risolvere e ogni missione dà il proprio contributo. A questo proposito vorrei ringraziare di tutto cuore quanti hanno risposto al mio appello lanciato su "Missionari del Pime"...
Tra circa un anno e mezzo, Samba e Cadi, con le loro figliolette Buntun e Djarà, torneranno al loro villaggio. E così faranno anche le altre coppie. Riceveranno il battesimo, l'Eucarestia e la Cresima, per dare poi inizio alla loro missione di catechisti nelle campagne. Sarà merito anche vostro, di tutti voi che li avete aiutati, materialmente e spiritualmente, durante il loro periodo di formazione.