FEBBRAIO 2001 – n. 5

 PIME – CASA S. GIUSEPPE – VIA AURELIA 31 – 16167 GENOVA – NERVI   Tel. 010 323827 – Fax 010 322648 – E-mail:

   Busto Arsizio:  i PP. Fabio, Luis e  Giosuè, insieme a P. Mauro Maculan.

C'è già aria di primavera in quest' Oasi di Speranza in riva al mare! I nostri tre Padri, sereni e operosi, continuano le loro attività qui alla Casa S. Giuseppe! 

P. Luciano è sempre impegnato nella Pastorale di Bogliasco, e nel tempo libero si dedica ai suoi lavori di scultura del legno. P. Rizy, ripresosi al meglio da una brutta caduta dalle scale, segue  instacabilmente i suoi gruppi neocatecumenali. P. Ak continua la sua missione qui a Genova in compagnia della sua amata mamma, che sta donando a tutti noi  la sua immensa gioia, mostrandoci la sua completa fiducia nel Signore.

 

Vicini con il cuore alla Casa S. Giuseppe ci sono ora anche tre padri colombiani,  Fabio, Luis e Giosuè. Ospiti per qualche mese al PIME di Busto Arsizio, stanno imparando l'italiano, mentre aspettano di partire per il Bangladesh. P. Achille sta seguendo a distanza i tre giovani, cercando di organizzare al meglio la loro permanenza in Italia.

 

 

La porta della Casa S. Giuseppe è sempre aperta per ogni cuore che  desidera  incontrare il Signore, imparando ad amare come Gesù ci ha insegnato. 

Ormai "membri del PIME" a tutti gli effetti, Elena Asha e i suoi genitori, Manuela e Gianni, continuano la loro collaborazione con i nostri tre Padri e la mamma Adriana. È nata già da tempo una profonda amicizia, la famiglia si è allargata e ci sentiamo tutti fratelli, uniti dall'amore e dalla luce del nostro Papà celeste!

Con l'arrivo della primavera è già in programma una nuova festa, una cena tutti insieme qui alla Casa S. Giuseppe! Sempre in allegria, ricorderemo i momenti di gioia trascorsi  in questo primo anno, per essere ancora più vicini nei nuovi attimi di lavoro, preghiera e condivisione che ci attenderanno. 

Secondo il progetto di vita che il Signore ha disegnato per ognuno di noi, continueremo ad amarci e ad aiutarci, come Lui desidera, sempre grazie a Lui!

Maria Teresa, da Gaeta in visita alla Casa S. Giuseppe,    con la Mamma Adriana e P. Rizy.

        Mamma Adriana, P. Ak, Elena Asha, Gianni e Manuela, ancora  riuniti nella "Casetta di Betania".

 

Quello che è promesso si avvererà...

La Missione prima ancora di un compito da svolgere è una Promessa da custodire. È la Promessa di Dio che vuole la salvezza di tutti gli uomini. Così pure la vocazione di ogni persona e mi piace sperare di ogni casa quando è stata costruita sulla salda roccia della Promessa di Dio. Da quando sono arrivato al Pime tanto tempo fa ho sempre sentito, nelle varie case in cui sono stato, una atmosfera speciale. Ora so che è dovuta alla Promessa che custodiscono. 

Una Promessa che non è progetto di uomini anche se portata avanti da uomini. Una Promessa che ha la forza di riaccendere la vita, l'ardore per la missione e la gioia di vivere insieme. 

 

Ecco una nuova aurora dalla  Casa S.Giuseppe!

 

>>>Arrivederci a MARZO 2001!