PRECEDENTE   COMUNITÀ MISSIONARIE LAICHE PIME   SEGUENTE

Chiesa lodigiana in lutto: è morto padre Ponzinibbi

UN "UOMO LIMPIDO"…

P. Mariano Ponzinibbi, durante la missione in Bangladesh.

P. Mariano in Cambogia (primo a sinistra), con due giovani e P. Alberto Caccaro.

Dopo aver viaggiato il mondo come missionario approdando in Bangladesh e Cambogia, padre Mariano Ponzinibbi si è spento ieri pomeriggio fra le braccia della madre nella casa di Bubbiano, nel Milanese, a causa di un improvviso arresto cardiaco. Avrebbe dovuto trascorrere una settimana nella sua terra d’origine, quel Lodigiano che lo aveva visto crescere e diventare un uomo "limpido", così lo descrivono le persone che hanno avuto la fortuna di conoscerlo. «Lo aspettavamo qui a Turano, il paese in cui è nato - dice don Gigi Gatti, il parroco - , avrebbe celebrato insieme a noi la Santa Messa e poi avrebbe partecipato alla festa dell’oratorio. La sua ultima esperienza missionaria è stata in Cambogia, ma poi era tornato in Italia, doveva trascorrere con noi una settimana. Lo ricordo come una persona estremamente semplice e sempre disponibile».

Padre Mariano aveva solo 55 anni, era nato infatti il 12 novembre del 1951. La sua missione si trovava a Kompong Luong, in Cambogia, dove si era impegnato per la costruzione di una scuola su barca, coinvolgendo nel progetto anche la realtà lodigiana. La realtà nella quale viveva, proprio come la maggior parte delle comunità galleggianti, è composta soprattutto da pescatori, costruttori di barche e commercianti; i suoi abitanti, immigrati senza terra e spesso mal sopportati, sono costretti a vivere sull’acqua accontentandosi dello stretto necessario. Sicuramente la gente del posto apprenderà con dolore la notizia della scomparsa di padre Mariano, proprio come è successo fra i sacerdoti, le famiglie e gli amici del territorio. «Ho avuto modo di fare una lunga chiacchierata con padre Mariano proprio tre giorni fa - racconta con un velo di tristezza nella voce don Olivo Dragoni, già direttore dell’Ufficio missionario della diocesi - , eravamo infatti amici da sempre. È stato fin dall’inizio un missionario molto legato al Lodigiano e alla nostra diocesi, per noi è una grande perdita anche perché era così semplice sentirsi in sintonia con lui». Un uomo limpido, che seguiva con attenzione la vita, i problemi e le esigenze dei vietnamiti emigrati in Cambogia e che utilizzava il denaro in modo parsimonioso. «Per quanto riguarda la preghiera - sottolinea don Olivo - , era un sacerdote vecchio stampo, ma come missionario era molto attento a tutto. Ha trascorso la sua vita vicino ai poveri, preoccupandosi per loro e prendendosi cura di loro, ed era sicuramente un uomo dalle profonde radici».

I funerali saranno celebrati domani pomeriggio alle 15.00 presso la chiesa di Turano. La salma arriverà però alle 10 del mattino, proveniente dalla casa della madre, per poi essere tumulata nella tomba di famiglia. Gli amici e i conoscenti potranno così fargli visita per l’ultimo saluto. Il vescovo di Lodi monsignor Giuseppe Merisi, in questo momento in viaggio in Africa, raggiunto telefonicamente, ha espresso tutto il suo cordoglio per la scomparsa di padre Ponzinibbi e assieme al vicario generale monsignor Iginio Passerini ha assicurato nella preghiera la sua vicinanza alla famiglia, al PIME e alla parrocchia di Turano. Proprio lo scorso 14 gennaio, in occasione della sagra di Sant’Ilario, il vescovo Merisi si era incontrato a Melegnanello con padre Mariano, intrattenendosi con lui.

Greta Boni
("Il Cittadino di Lodi", 26/1/’07)

.

TOP   BIOGRAFIA DI P. MARIANO PONZINIBBI
( www.pime.org )

Ieri, 25 gennaio 2007, P. Mariano Ponzinibbi è stato stroncato da un infarto. Il decesso è avvenuto a Bubbiano, Milano, nella casa di famiglia. P. Mariano era da poco rientrato in Italia per un breve periodo di vacanza.
Era nato a Lodi, Milano, il 12 novembre 1951. Prima di entrare nell’Istituto nel 1978, aveva svolto diverse attività lavorative. Nel 1979 aveva conseguito il diploma Magistrale.
Il 15 giugno 1985 era stato ordinato presbitero. Nel 1987 era partito per il Bangladesh lavorando nelle missioni di Borni e Rajshahi. Dal 1995 al 1999 aveva ricoperto l’incarico di Superiore Regionale.
Dal 2000 al 2003 aveva fatto parte della Delegazione Missionari Laici, risiedendo a Busto Arsizio come formatore dei missionari laici.
Dal 2004 era in Cambogia. Dopo un anno e mezzo a Phnon Penh come responsabile di New Humanity, dall’ottobre del 2005 si era trasferito nel villaggio di Kompong Chhnang, a 100 km. dalla capitale, dove lavorava sia con la popolazione "khmer" che con le minoranze vietnamite cristiane, in progetti realizzati in collaborazione con le Missionarie Laiche del Pime.
I funerali saranno celebrati domani alle ore 15.00 a Turano Lodigiano nel cui cimitero sarà sepolto per espresso desiderio della madre.